Mezzo milione di euro per portare a Milano il barcone del naufragio dei migranti

Mezzo milione di euro. Non è una cifra sparata a caso. Ma quella contenuta nell’emendamento alla legge di Bilancio firmato dalla deputata Pd Lia Quartapelle. Mezzo milione di euro è la cifra che l’emendamento autorizza il ministero della Difesa a spendere per trasportare dalla base di Militare di Melilli a Milano il barcone che naufragò il 18 aprile 2015 al largo di Tripoli portando a fondo 700 migranti. A Milano, poi, l’imbarcazione verrebbe esposta nel museo dei diritto che ha sede a Città Studi, nella parte orientale del capoluogo lombardo, in alcuni locali messi a disposizione dall’Università Statale degli Studi. Già per il recupero della stessa imbarcazione, poi trainata nel porto di Augusta, e dei resti dei corpi delle vittime, erano stati spesi circa 9,5 milioni di euro. L’imbarcazione resta così una tragica icona della sinistra: già nel luglio dello scorso anno il regista premio Oscar Alejandro Inarritu assieme all’Alto commissariato Onu per i rifugiati, aveva proposto la sua esposizione in piazza Duomo, in occasione dell’Angelus di papa Francesco, in visita a Milano. Ma il progetto fallì. Ora il Pd ci riprova.

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.