Belgio, italiano tenta di sedare una rissa: migrante ivoriano lo accoltella al torace

Il Belgio, ostaggio delle bande di immigrati islamici, è completamente fuori controllo. Un giovane ragazzo italiano, figlio di emigrati siciliani, tenta di sedare una rissa nel suo quartiere: viene accoltellato al torace da una bestia africana della Costa d’Avorio e ucciso.

Un trentaquattrenne italiano, figlio di emigrati siciliani, Gaetan Sedici è stato ucciso venerdì scorso in Belgio, nel quartiere Pre’s-Javais, a Verviers, grande centro della provincia di Liegi. Qualcuno gli ha sferrato una coltellata al torace mentre l’italo-belga (padre di due figli) tentava di sedare una rissa scoppiata nel quartiere dove viveva.

I sospetti si sono concentrati su alcuni giovani della Costa d’Avorio e uno di loro è stato arrestato con l’accusa di essere l’assassino e di aver ferito un’altra persona. Sedici è stato subito soccorso e accompagnato in ospedale, dove i medici non hanno potuto fare nulla per salvarlo. I parenti della vittima vivono a Sciacca, da dove sono partiti i genitori di Gaetan.

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...