Luigi Di Maio imbeccato da Davide Casaleggio chiede ancora di fare il premier. E Matteo Salvini: “Qui salta tutto”

In un sabato apparentemente tranquillo e interlocutorio, durante il quale sono continuate le trattative sul nome del premier, è andato in scena il durissimo scontro tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Dietro le quinte, ovviamente. E altrettanto ovviamente sul nome del premier. Già, perché il grillino è tornato nuovamente alla carica, testardo come un mulo e strategico come un kamikaze destinato a schiantarsi in mare, chiedendo il ruoloper sé. Ad imbeccarlo il vero capo grillino, Davide Casaleggio, che ha affermato di volere il capo politico a Palazzo Chigi.

Ai grillini che gli chiedevano lumi, secondo la ricostruzione di Repubblica, Di Maio ha affermato: “Non è facile reggere con un nome poco conosciuto (come premier, ndr). A questo punto meglio se provo io“. Richiesta fatta pervenire, ancora, a Salvini. Il quale ha risposto per le rime, con toni durissimi e che non lasciano spazio a repliche: “Se è così, prendiamo atto che vogliono far saltare tutto“. Insomma, al netto delle dichiarazioni la tensione tra i due leader resta alle stelle. Tanto che oggi, domenica 20 maggio, non si esclude che i due si incontrino nuovamente faccia a faccia con l’obiettivo di scongiurare il fallimento di questo nascente governo.

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...