Nonna Peppina, parere positivo dalla Procura: ‘Ora può riavere la casetta’. Ora manca l’OK del gip

Nonna Peppina forse potrà a breve tornare nella sua casetta a San Martino di Fiastra, in provincia di Macerata. La 95enne diventata il simbolo dei terremotati ha fatto un passo avanti per riavere la casa di legno dalla quale era stata sfrattata.La Procura di Macerata ha dato parere favorevole al dissequestro della casetta. Tuttavia non si tratta di un atto definitivo, in quanto si dovrà aspettare il parere del gip. Poi Nonna Peppina, che si trova al momento in ospedale, potrà finalmente tornare nella sua casetta.

TgCom riporta che “nel depositare il parere favorevole al gip, il procuratore di Macerata Giovanni Giorgio ha specificato che l’immobile potrà essere utilizzato solo per esigenze abitative di nonna Peppina e che se quest’ultima non dovesse utilizzarlo dovrà essere demolito”.

Oppure l’immobile potrà essere “buttato giù quando l’anziana potrà rientrare nella sua vera casa, distrutta dal terremoto di due anni fa”.

Il parere favorevole al dissequestro è basato sul decreto “Salva-Peppina”, che è stato approvato alla fine del 2017.

Quello entrato in vigore lo scorso 25 luglio, invece, prevede la regolarizzazione delle casette di legno abusive che sono state costruite nel cratere del terremoto in seguito al sisma.

Potrebbero interessarti anche...