Demos, crolla la popolarità di Bergoglio: i fedeli non gli perdonano la continua propaganda pro-migranti

Sondaggio Demos, crolla di ben 17 punti percentuali la popolarità di Bergoglio: i fedeli cattolici si sono stancati dalla continua propaganda pro invasione e sostituzione etnica del popolo europeo, le pericolose aperture ai nemici islamici carnefici dei cristiani e gli scandali pedofilia di preti e vescovi.

Tempi cupi per Papa Francesco: a certificarlo un sondaggio pubblicato su Repubblica, che dà conto del crollo vertiginoso della popolarità del Pontefice. Le cifre sono quelle snocciolate da un sondaggio Demos secondo il quale, certo, Francesco resta il più amato degli italiani. Ma…molto meno amato rispetto a qualche tempo fa. Rispetto a cinque anni fa, quando fu eletto in conclave, la flessione è netta: il sentimento positivo nel Pontefice è infatti crollato dall’88% di allora al 71% attuale. La ragione? Paga la strenua difesa dei migranti e della politica delle porte aperte a tutti.

Spiega Ilvo Diamanti: “Vi sono commentatori che valutano criticamente le posizioni di Francesco sul piano dei diritti e dei problemi della società. Soprattutto, sull’accoglienza agli immigrati“. E ancora: “Il calo di popolarità, secondo i critici di queste posizioni, rifletterebbe un clima d’opinione impaurito dai mutamenti e dai movimenti demografici”. Sempre Diamanti, però, sottolinea come vi sia un altro fattore dietro al calo di popolarità: “Secondo alcuni analisti (la flessione nei consensi, ndr) è prodotta dalle attese, deluse, di cambiamento della e nella Chiesa”.

Con fonte Libero Quotidiano

Potrebbero interessarti anche...