18 Consigli Per Essere Una “Buona Moglie”, Secondo Una Guida Del 1950. L’ Ultimo È Quasi Un Insulto!

Uno dei pregi del passato, è quello di mostrarci come siamo cambiati, quali direzioni abbiamo preso e se le nostre scelte si sono rivelate quelle giuste.

La storia ci insegna che tutto cambia.
Abitudini, tradizioni… Persino i pregiudizi cambiano o vengono superati.

Vi siete mai chiesti come venissero viste le donne negli anni 50 e cosa ci si aspettasse da loro?

Nel maggio del 1955, Housekeeping Monthly pubblicò un articolo intitolato “The Good Wife’s Guide”, dove venivano indicate le regole che ogni donna avrebbe dovuto seguire per essere buona madre e una brava moglie.

Oggigiorno è difficile ritenere valide queste “regole”, ma è comunque interessante guardare indietro e vedere come la nostra mentalità continui a cambiare.

Se siete curiosi e volete conoscere queste regole, continuate a leggere!

1- La cena sempre pronta.
Pianificare in anticipo. Questo è un modo per dimostrare amore e interesse per le esigenze di tuo marito.

2- La maggior parte degli uomini ha fame quando arriva a casa e si aspetta un buon pasto (specialmente se è il loro piatto preferito), fa parte di un’accoglienza calorosa.

3- Concediti 15 minuti per rilassarti, così sarai fresca e riposata quando arriverà. Ritocca il trucco, metti un nastro tra i capelli e sii vivace.

4- Sii gentile e interessante con lui.
La sua giornata è stata noiosa, potrebbe aver bisogno di distrarsi e aiutarlo in questo, è uno dei tuoi compiti.

5- Metti tutto in ordine. Fai un giro della casa prima che arrivi tuo marito. Raccogli i libri di scuola, i giocattoli e poi asciuga con un panno sui tavoli.

6- Durante i mesi più freddi, dovresti preparare e accendere un bel fuoco per farlo rilassare. Tuo marito sentirà di essere giunto in un luogo di pace, rifugio. Dopotutto, fornendo il tuo conforto, avrai una grande soddisfazione personale.

7- Lava viso e mani ai bambini (se sono piccoli). Prenditi qualche minuto per pettinarli e, se necessario, cambiarli. I bambini sono piccoli tesori e tuo marito ama vederli sempre in ordine.

8- Riduci al minimo il rumore. Quando arriva, spegni lavatrice, asciugatrice o aspirapolvere. Incoraggia i bambini a tacere.

9. Sii felice di vederlo. Ricevilo con un sorriso caloroso, mostra sincerità e desiderio di compiacerlo. Ascoltalo.

10 – Potresti avere una dozzina di cose da dirgli, ma quando arriva, capisci che non è il momento.

Lascia che parli per primo e ricorda: i suoi argomenti di conversazione sono più importanti dei tuoi.

11- Non lamentarti mai se è in ritardo per la cena, per uscire.
Cerca invece di capire il suo mondo fatto di stress e pressioni e la sua necessità di restare a casa per rilassarsi.

12- Il tuo obiettivo: assicurarti che la casa sia un luogo di pace, ordine e tranquillità, in cui tuo marito possa rinnovarsi nel corpo e nello spirito.

13- Non salutarlo con lamentele e problemi.

14. Non lamentarti se è in ritardo per la cena o passa la notte fuori. Queste sono piccolezze rispetto a quello che può aver passato durante il giorno.

15- Aiutalo a rilassarsi. Fallo sedere su una bella sedia a sdraio o sul divano. Prepara una bevanda fredda o calda.

16- Sistemagli il cuscino e offriti per togliergli le scarpe. Parla dolcemente e piacevolmente.

17- Non fargli domande sulle sue azioni e non mettere in discussione la sua integrità.

Ricorda, è il proprietario della casa e in quanto tale, eserciterà sempre la sua volontà con imparzialità e sincerità. Non hai il diritto di metterlo in discussione.

18- Una buona moglie sa stare al suo posto.

Sembra quasi incredibile che qualcuno abbia potuto scrivere una guida simile. Fortunatamente negli anni le cose sono cambiate, le donne sono maggiormente rispettate, sono ciò che vogliono essere, hanno guadagnato spazio.

Voi cosa ne pensate?
Lasciateci i vostri commenti e condividete per conoscere le opinioni dei vostri amici !

Potrebbero interessarti anche...