I Neuroscienziati Rivelano Il Miglior Esercizio Per Rallentare Il Processo Di Invecchiamento

Invecchiando, alcuni di noi intessono una relazione piuttosto negativa con lo specchio, perché inizia a mostrare i nostri capelli grigi, le parti cadenti del nostro corpo e le rughe sul nostro viso: tutti segni del tempo che passa.

Ma oggi possiamo finalmente migliorare il nostro rapporto con lo specchio, perché alcuni neuroscienziati, hanno trovato un modo piacevole per rallentare il processo di invecchiamento.

Secondo uno studio pubblicato sul Frontiers in Human Neuroscience Journal, le persone che sono fisicamente attive, possono rallentare il processo di invecchiamento del loro cervello.

I neuroscienziati che si sono occupato di questo studio, hanno indicato nella danza, l’attività fisica più efficace.

Perché ballare è l’esercizio più efficace per rallentare il processo di invecchiamento del cervello?

Secondo la dottoressa Kathrin Rehfeld, autrice principale dello studio, l’esercizio fisico ha l’effetto di rallentare e persino di impedire il declino dell’attività mentale e fisica nel cervello durante il naturale processo di invecchiamento.

Nel loro studio, i neuroscienziati hanno dimostrato che 2 diversi tipi di attività fisica – danza e allenamento di resistenza – aumentano l’area del cervello che diminuisce nel tempo e con l’avanzare dell’età.

Ma solo la danza si è dimostrata efficace quando oltre a rallentare l’invecchiamento, occorre trovare un equilibrio per affrontare i cambiamenti.

I ricercatori avevano selezionato 52 volontari di età compresa tra 63 e 80 anni.
Quindi vennero divisi in due gruppi: un gruppo prese lezioni di danza, l’altro venne assegnato ad un gruppo,
di controllo sportivo.

Al gruppo danzante venne chiesto di memorizzare il costante cambiamento di coreografie.
Il programma per il gruppo sportivo, consisteva in allenamento della forza, allenamento di resistenza e allenamento della flessibilità.

L’area dell’ippocampo del cervello, che è la più suscettibile al declino a causa dei processi di invecchiamento, era aumentata in entrambi i gruppi. Questa area del cervello è responsabile anche della memoria, dell’equilibrio e dell’apprendimento.

Ma solo i volontari del gruppo di danza avevano un volume aumentato di altre sottoparti nell’ippocampo sinistro. Inoltre, solo la danza aveva aumentato il volume di una parte nell’ippocampo destro chiamato sub-allievo.

Questo studio ha dimostrato che la danza, specialmente se seguita da un cambiamento nella coreografia, è effettivamente superiore alle attività fisiche ripetitive come camminare o andare in bicicletta.

Il Dr. Rehfeld spiega inoltre, che erano stati utilizzati, per i partecipanti al gruppo di danza, generi musicali diversi.

E non occorre essere ballerini provetti per ottenere dei vantaggi, basta ballare!

Cercate di perdervi nella musica, non sentitevi a disagio. Perché la musica ha davvero molti benefici terapeutici – alza il nostro spirito e aumenta i nostri livelli di felicità.

“Credo che tutti vorrebbero vivere una vita indipendente e sana, il più a lungo possibile. L’attività fisica è uno dei fattori principali per uno stile di vita sano che può contribuire a contrastare diversi fattori di rischio e rallentare il declino legato all’età. Penso che la danza sia uno strumento potente per creare nuove sfide per il corpo e la mente, specialmente in età avanzata “, spiega il dott. Rehfield.

La coppia del video che vi presentiamo, sono una straordinaria conferma di quanto detto finora.
Guardate!

Articolo molto interessante, da condividere!

Potrebbero interessarti anche...