Martina: ‘Sugli 80 euro e l’Iva il governo sta facendo il gioco delle 3 carte’

“Sugli 80 euro e l’Iva il governo sta facendo il gioco delle 3 carte: se gli 80 euro vengono tolti ai ceti più bassi per fare la flat tax questo si traduce in benefici solo per le categorie più agiate. Si tratterebbe di una operazione iniqua”.

Così il segretario del Pd Maurizio Martina parlando a Radio 24.

Quanto alla legge di bilancio, Martina ha dichiarato:

“Ne vedremo delle belle da qui alla legge di Bilancio. Nel governo si scontrano su troppi fronti: sull’aumento Iva, sull’abolizione degli 80 euro, fanno il gioco delle tre carte con il bando periferie e per le risorse per l’edilizia pubblica. Se gli 80 euro vengono tolti per una controriforma fiscale e quindi per finanziare la flat tax, oltre al danno sarebbe una beffa. Un’operazione profondamente iniqua. Togliere ai lavoratori per dare ai ricchi”.

“Dal fisco alle infrastrutture al diritto alla salute e i vaccini – ha aggiunto – si è scatenata una confusione senza precedenti. Famiglie, pediatri e presidi esprimono preoccupazione ma la ministra va avanti senza fare una riflessione in più. Sono preoccupato perchè sono scelte che segneranno un grosso passo indietro”.

Martina ha anche parlato del Pd:

“Il Partito democratico – ha spiegato – farà il congresso prima delle europee e come sempre ciascuno metterà in campo i propri valori. Dobbiamo riorganizzarci e ripartire lavorando a un progetto nuovo per dare una prospettiva di alternativa a questo governo. Dobbiamo ripartire dalle migliori buoni pratiche che ci sono nei territori. A me interessa rafforzare la nostra presenza nei territori con un partito democratico che sia utile si cittadini”

Potrebbero interessarti anche...