Rom, Salvini sta con la capotreno di Trenord: “Ha difeso il diritto alla sicurezza. Va premiata, non licenziata”

Altro che licenziata, va premiata”. Matteo Salvini torna a difendere la capotrenod di Trenord che lo scorso mercoledì ha chiesto ai rom di scendere dal convoglio su cui erano saliti senza biglietto.

Qualcuno ha detto che dovrebbe essere licenziata, ma secondo me andrebbe premiata perché ha difeso il diritto a viaggiare sicuri“, ha detto il ministro dell’Interno a Lesina (Foggia), dove è andato a inaugurare una nuova sede della Lega, “I treni pendolari io li ho presi, i fenomeni della sinistra no. Probabilmente la capotreno ha detto qualche parola fuori posto, ma il concetto era quello cioè di viaggiare sicuri“.

Salvini ha poi annunciato che dopo sicurezza e migranti, sul tavolo del governo arrivano ora i temi economici: “Siamo al governo solo da due mesi, anche se sono invecchiato di 20 anni…”, ha detto, “E mi fanno ridere quelli della sinistra che dicono che non abbiamo ancora risolto i problemi degli italiani. Sono stati al governo sei anni e non hanno risolto una mazza. Abbiamo fatto più noi in due mesi che loro in sei anni. E siamo olo all’inizio, perché non mi dimentico le promesse fatte in campagna elettorale e la rivoluzione che stiamo facendo su immigrazione e sicurezza la vogliamo fare anche sul fronte economico. Piaccia o non piaccia all’Europa, la nostra attenzione è rivolta agli italiani: lavoro, pensioni e vita degli italiani. E cominceremo smontando la legge Fornero“.

Con fonte Il Giornale

Potrebbero interessarti anche...