Mediaset, da settembre Rete4 diventa il canale anti-populista

Prima le “epurazioni” dei conduttori troppo populisti. E poi, a settembre, la trasformazione in un canale ricco di informazione e di talk non urlati, per “smontare” la retorica di Lega e 5 Stelle che tanti successi ha mietuto nei mesi passati e sta continuando a mietere.

Protagonisti della “rivoluzione di Rete4” saranno conduttori come Barbara Palombelli, Gerardo Greco, Nicola Porro che “sdoppierà” il suo Matrix di canale 5 con una serata anche sul quarto canale. Ci sarà anche Piero Chiambretti con la sua “Repubblica delle donne”. “Tre nuovi “prime time” così concentrati: come sforzo produttivo e giornalistico si tratta di un investimento che non ha precedenti in Italia” dice il direttore generale dell’informazione Mediaset, Mauro Crippa, a La Stampa. Su quale linea lo fa capire lo spot che va in onda in questi giorni e che parla esplicitamente di una nuova Rete4, decisa a rivolgersi ad un “pubblico informato e consapevole”.

Il reset non è un’ improvvisazione recente o una replica al protagonismo delle ultime settimane di Salvini, ma parte in primavera da un’ idea di Pier Silvio Berlusconi, subito condivisa e arricchita da papà Silvio, da Fedele Confalonieri e da Mauro Crippa. Dentro c’ è un’ idea di recuperare pubblico da reti un tempo lontane, come RaiTre e La7, ma dentro c’ è anche e soprattutto un’ idea politica, quella di contrapporre alla tv della pancia, quella che ha favorito (anche su Mediaset) l’ ascesa di leghisti e pentastellati. liberoquotidiano.it

Potrebbero interessarti anche...